Mar. Dic 10th, 2019

Sport Chieti

news sportive da Chieti e provincia

Virtus Lanciano sconfitta dall’Avellino (1-2) tra le polemiche

3 min read

Lanciano. Sconfitta interna per la Virtus Lanciano che al Biondi viene piegato 1-2 dall’Avellino. L’episodio chiave del match è all’11’ quando Amenta viene espulso per un fallo in area su Mokulu.

Sul conseguente penalty gli irpini passano in vantaggio ed i rossoneri sono costretti a proseguire l’incontro in dieci, ma l’inferiorità numerica non si è notata affatto. Poi la squadra di Tesser trova il raddoppio con Joao Pedro e i frentani accorciano le distanze con Salviato dopo un penalty ribattuto da Frattali su Ferrari. Nella ripresa non bastano 5’ di recupero e un gran forcing della Virtus.

Così in campo
Nella Virtus assenti gli infortunati Aridità e Boldor. Invece nell’Avellino out Paghera (l’ex di turno) appiedato dal Giudice Sportivo e gli indisponibili Castaldo, Pisano, Rea, Tavano e Migliorini.
Rossoneri in campo con il 4-3-2-1 con Cragno a difesa della porta, pacchetto difensivo completato dagli esterni Salviato e Di Matteo e dalla coppia di centrali Aquilanti-Amenta. In mediana Bacinovic al centro, Vastola a destra e Vitale a sinistra. In avanti Marilungo e Di Francesco dietro la punta Ferrari.
Irpini schierati con il 4-3-1-2 con Frattali a difesa della porta,, reparto arretrato completato dai terzini Visconti e Biraschi e dai centrali Chiosa e Jidayi. A centrocampo le ali D’Angelo e Gavazzi di supporto al centrale Arini. In attacco Insigne a fare da rifinitore alle punteJoao Pedro e Mokulu.

La cronaca
Al 3’ Ferrari riceve dalla sinistra, si rifugia in angolo la retroguardia biancoverde. Al 5’ replica l’Avellino con Gavazzi che, dopo aver scambiato con Insigne, impegna Cragno che para. All’11’ atterramento in area di Amenta su Mokulu. Il direttore di gara assegna la massima punizione agli ospiti e rifila un rosso diretto al numero 6 rossonero. Il penlty è battuto dallo stesso Mokulu, respinge Cragno, dopo una serie di rimpalli Mokulu insacca portando in vantaggio i suoi. Al 21’ il raddoppio della squadra di Tesser: sugli sviluppi d una punizione Joao Pedro di testa insacca all’angoletto alla destra di Cragno. Al 25’ rigore anche per la Virtus per un atterramento in area di Jidayi su Ferrari. Il penalty viene battuto dallo stesso Ferrari, ribatte Frattali, Salviato raccoglie la respinta e insacca. Al 29’ Vastola raccoglie un traversone dalla destra e di testa manda di un soffio sopra la traversa. 1’ dopo Joao Pedro da fuori manda sul fondo. Al 32’ Di Francesco finalizza una buona manovra dei suoi blocca Frattali. Poco dopo gli irpini replicano con una conclusione del subentrato Bastien che non centra il bersaglio. Al 43’ in area Joao Pedro appoggia per Insigne che manda alto. Al 45’ lo stesso Insigne impegna Cragno che blocca. Al 47’ Bastien ancora per Insigne, para in due tempi l’estremo frentano.
Nella ripresa al 5’ buona palla tra i piedi di Di Francesco, si rifugia in angolo la difesa irpina. Al 16’ su una ripartenza ospite Insigne si accentra e manda di poco sopra la traversa. Al 22’ dopo un buon fraseggio dei suoi D’Angelo manda a lato. Al 24’ è Insigne a provarci dalla distanza, la sua conclusione va alta. Al 27’ doppia conclusione di Insigne e Mokulu, protagonista Cragno che respinge di piede in entrambi i casi. Al 32’ la Virtus reclama un penalty per un presunto atterramento in area di Arini su Di Francesco. Poco dopo un diagonale di Insigne viene parato da Cragno. Al 39’ il subentrato Bonazzoli, la sua conclusione è bloccata da Frattali. Forcing nel finale della Virtus ma senza esito.

Tabellino
Virtus Lanciano (4-3-2-1): Cragno, Aquilanti, Salviato, Amenata, Bacinovic, Marilungo, Di Francesco, Ferrari (40’ ptr Bonazzoli), Vastola (23’ st Milinkovic), Vitale (14’ pt Rigione), Di Matteo A disposizione: Antonino, Casadei, Di Filippo, Padovan, Rocca, Giandonato Allenatore: Rizzoù
Avellino (4-3-1-2): Frattali, Arini, Biraschi (37’ st Nica), Gavazzi (29’ pt Bastien), D’Angelo, Mokulu (35’ st D’Attilio), Visconti, Joao Pedro, Insigne, Jidayi Chiosa A disposizione: Bianco, Offredi, Pucino, Ventola, Sbaffo Allenatore: Tesser
Arbitro: Martinelli (sezione di Roma 2)
Assistenti: Raparelli (sezione di Albano Laziale) e Caliari (sezione di Legnago)
IV Uomo: Fourneau (sezione di Roma 1)
Marcatori: 13’ pt Mokulu, 21’ pt Joao Silva, 26’ pt Salviato
Ammoniti: Cragno, Ferrari, Di Francesco (VL) D’Angelo, Jidayi, Arini, Biraschi, Insigne, Nica (A)
Espulsi: Amenta (VL)
Note: recupero 3’ pt 5’ st, angoli 8-3 per la Virtus Lanciano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione | Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies | Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clikka qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi