martedì, Maggio 7

Mangiare polpette ogni giorno: ecco cosa può accadere

Le polpette di carne sono un ottimo secondo piatto amato da tutti gli italiani ed ogni famiglia custodisce gelosamente la propria ricetta di questo grande classico domenicale. La base delle polpette è in genere composta da carne tritata, pane raffermo, uova e mortadella, ma l’impasto può essere comunque essere personalizzato con gli ingredienti che più si adattano ai nostri gusti.

Una volta formate le polpette si può poi decidere se friggerle, cuocerle al forno o magari arricchirle con del pomodoro e servire delle deliziose polpette di carne al sugo. Esse si possono anche servire come antipasto accompagnandole da una bella alternativa vegetariana come le polpette di melanzane, e ancora, si possono unire ad un buon piatto di pasta preparando degli ottimi spaghetti con le polpettine. Vediamo insieme quali sono gli ingredienti base di cui abbiamo bisogno per prepararle:

  • Carne di manzo;
  • Mortadella;
  • Grana Padano;
  • Pecorino;

 

  • Mollica di pane raffermo;
  • Prezzemolo;
  • Uova medie;
  • Aglio tagliato a spicchi.

Ma quali sono gli errori più comuni nella preparazione?

 

Uno degli errori più comuni quando si preparano le polpette è quello di sbagliare il metodo di cottura. Premesso che ognuno di noi ha le proprie preferenze in questo senso e che ognuno può preferire le polpette in umido, le fritte o quelle al forno, nel cuocerle è necessario che seguiate sempre qualche piccolo accorgimento.  La cosa fondamentale è che le polpette siano ben compatte (al fine di evitare che si aprano al momento della cottura) e in secondo luogo, la cottura dovrà iniziare con una bella fiamma vivace.

Solo quando le polpette inizieranno a diventare dorate, allora sarà giunto il momento di aggiungere il pomodoro e di abbassare la fiamma, in modo tale che possano cuocersi anche all’interno, senza rischiare di bruciarsi all’esterno. Attenzione: un’altra cosa importante è star bene attenti a non cuocerle troppo, ma lasciarle morbide all’interno.