mercoledì, Aprile 3

Hai la moneta con il buco? Ecco il valore impressionante di oggi

Iniziamo questo articolo parlano della genesi delle monete. L’idea di utilizzo delle monete e le prime che sono state coniate risalgono a tempi davvero molto antichi e si parla di quando il sistema del baratto ha iniziato a palesare i suoi limiti e i governi hanno così deciso di utilizzare delle monete per il commercio, permettendo in questo modo alle civiltà di compiere un balzo in avanti riguardo i sistemi economici.

Monete con il buco

C’è da dire che sono soprattutto paesi come la Cina e il Giappone a presentare varie e diverse tipologie di monete con un buco al centro e più nello specifico la Cina, con la sua millenaria e tortuosa storia che la caratterizza, è stata quella che ha realizzato e che tutt’ora continua a sviluppare le monete con il foro, già fin dai tempi del primo sovrano della Cina unificata nel secondo secolo avanti Cristo.

Le motivazioni di questa particolare scelta, però, non sono del tutto chiare: alcuni hanno infatti formulato delle ipotesi pragmatiche che consistevano nell’economizzare il più possibile risparmiando sul metallo, rimuovendo quello “non necessario” dal centro della moneta, mentre altri hanno invece ipotizzato delle ragioni più pratiche come ad esempio la maggiore facilità di trasporto utilizzando un laccio per tenerle tutte insieme.

Quanto valgono queste monete?

 

Sostanzialmente queste monete con il buco nonostante siano delle monete molto antiche valgono tanto quanto quelle “normali”. Ma se si parla invece di monete più “moderne”, anche europee, che presentano un foro creato in un tempo successivo, allora questo tende addirittura ad abbassarne il valore essendo considerata una sorta di danneggiamento della moneta stessa. Discorso diverso è però qualora si trattasse di alcuni errori di conio, che in genere sono un vero sinonimo di unicità e che portano il valore della moneta a salire sempre di più.