lunedì, Giugno 17

Come trovare le cimici in casa? Ecco il trucco della nonna

Gli insetti, in particolare quelli particolarmente adattivi sono in linea di massima degli “ospiti” a dir poco sgraditi per la maggior parte delle abitazioni, anche quelli che sono formalmente innocui, possono essere causa di qualche forma di contaminazione e malattia, come le  tradizionali cimici, tipologia di insetto che è molto diffusa nelle zone disposte a particolari condizioni come quelle di umidità ed in presenza di alberi da frutta, anche se sono versatili nel loro comportamento al punto che non è assolutamente difficile trovarsele in casa.

Come trovare le cimici in casa? Ecco il trucco della nonna

Particolarmente comuni e frequenti nella loro “apparizione” in particolare dall’inizio dell’autunno, le cimici, chiamate anche cimici dei letti, corrispondono a degli insetti dalla forma inconfondibile, che sono solite mimetizzarsi anche presso luoghi difficili da concepire, come ad esempio tra i vestiti, tra le pareti, alla ricerca prevalentemente di nutrimento.

Spesso si attaccano agli abiti stesi all’aperto, e sono anche molto abili nell’arte della mimetizzazione, preferendo trovare riparo tra i tessuti, ma anche materiali organici come il legno e la carta.

Non amano particolarmente la luce, spesso sono attive dal crepuscolo fino alla sera, privilegiando le condizioni di umidità discreta.

Tra le varianti di cimice spicca quella asiatica, diffusa oramai anche in Europa e quindi in Italia, che presenta una colorazione  tendente al bruno, e sono generalmente poco più grandi di un seme di mela.

Per scoprire le tracce della loro presenza è possibile seguire alcuni indizi specifici, spesso inerenti alle lenzuola o agli abiti: se presentano delle piccole macchie scure è probabile che questi siano stati già “invasi” da questi insetti, mentre altre  tracce possono essere delle minuscole tracce di sangue presenti sui medesimi luoghi.

Per questo motivo è essenziale attenzionare anche i cuscini e provvedere ad una importante opera di pulizia, ricordando che le cimici non sopravvivono sotto i 15 gradi centigradi e sopra i 37.