martedì, Maggio 7

Non mangiare mai arance prima di dormire: ecco il motivo

Le arance sono degli agrumi caratterizzati dalle tante proprietà benefiche, ma è sempre meglio evitare di mangiarle prima di andare a letto, soprattutto se si hanno dei problemi gastrointestinali. Esiste però è un detto popolare che ci dice che le arance la mattina sono oro, a pranzo sono argento ma la sera diventano piombo, perché?

Beh, si dice che le arance consumate di sera risultano fin troppo pesante per la nostra digestione, ma questo è vero oppure no? E quanto è dannoso per il nostro organismo mangiare questi frutti la sera? Ecco qui di seguito due buoni motivi per evitare il loro consumo.

Sappiamo bene tutti che la frutta fa molto bene per la nostra salute in quanto è particolarmente ricca di tante vitamine, di antiossidanti e di sali minerali, ma ha anche un’ottima quantità di fruttosio che senza praticare dell’attività fisica come avviene normalmente di giorno, non verrà mai bruciato dall’organismo e di conseguenza può trasformarsi in grasso.

Per coloro che seguono un regime alimentare definito ipocalorico non si consiglia affatto di mangiare frutta dopo il pasto della cena, arance comprese, dato che si andrebbero ad aggiungere tutti quegli zuccheri di troppo al corpo, senza avere il giusto tempo per riuscire a bruciarli. Non ci sono delle prove scientifiche che dimostrano che il consumo delle arance dopo cena, di sera, possa appesantire o addirittura rallentare la digestione più degli altri frutti, ma l’acidità del loro succo, non è proprio indicato per diversi problemi gastrointestinali.

Consumare delle arance di sera contribuirà soltanto ad aumentare la possibilità di bruciore allo stomaco, specie se vengono mangiate poco prima di andare a dormire o comunque subito dopo una cena abbondante rallentando la digestione. Stessa cosa però vale anche per altri agrumi come i pompelmi e i limoni che pare farebbero tale effetto.

Quindi, tirando le somme possiamo dire che sarebbe meglio evitare di mangiare le arance la sera ed optare a consumarle di giorno, a digiuno, lontane dai pasti e dal riposo notturno. In questo modo, il nostro corpo sarà in grado di assorbire le sostanze benefiche di questo frutto che ha anche altri funzioni salutari come quella antitumorale e perfino dimagrante.