28 Agosto 2021

Sport Chieti

news sportive da Chieti e provincia

Teate Scherma si sposta a Bucchianico dopo l’ultimatum del Comune

3 min read
Teate Scherma Bucchianico

La settimana è passata e, come si temeva, l’ennesimo tassello del tessuto sportivo di Chieti migra verso altri comuni.

Teate Scherma, che negli ultimi giorni aveva portato la cittadinanza a conoscenza del ricevuto provvedimento di sgombero, a firma del Comune di Chieti, dei locali precedentemente concessi solo il 14 settembre scorso, saluta il capoluogo e sposta le attività a Bucchianico.

Il club di scherma segue il destino di altre realtà sportive cittadine: solo nell’ultimo periodo, già la Pallavolo Teatina aveva dovuto abbandonare la città, trovando asilo nel comune di Nocciano.

È stata una scelta obbligata” fanno sapere dall’associazione sportiva “il Comune di Chieti ci ha mandati via dall’oggi al domani senza proporre alternative, nonostante le numerose rassicurazioni verbali. Nessuna comunicazione ci è pervenuta da parte del Comune di Chieti, segno che non c’è stata la volontà non solo di risolvere il problema ma perfino di affrontarlo. Le nostre attività saranno accolte nel Palasport di Bucchianico, che è gestito dalla SSD Città di Chieti. La solerzia del Presidente Fabio La Valle e del Vicepresidente Fabrizio Proietto nell’offrirci uno spazio dimostra come non fosse impossibile trovare in tempi brevi una soluzione al problema che ci ha visti, nostro malgrado, coinvolti. Dal Comune di Chieti, invece, nemmeno un cenno“.

Era della scorsa settimana la raccomandata inviata dal Comune per intimare lo sgombero immediato dei locali che in un primo momento erano stati concessi in uso fino al 31 dicembre.

Spiace constatare, leggendo i comunicati stampa di Sindaco e Assessore allo sport” continua Teate Scherma “come si continui (volutamente a questo punto) a confondere i termini della questione, insistendo su un subaffitto che non c’è mai stato e negando una corrispondenza ampiamente documentata. Siamo stati i primi a segnalare al Comune l’insolita situazione dei Centri Sociali a Chieti e, a questo punto, ci appare evidente come forse sia stato proprio questo a comportare il nostro allontanamento. La consequenzialità dei due avvenimenti, infatti, porta inevitabilmente a porsi delle domande. Sta di fatto che in un momento di grande difficoltà per il mondo sportivo e in cui l’amministrazione ha appena prolungato in automatico le concessioni di spazi alle associazioni sportive, la nostra viene invece mandata via“.

Dal Comune di Chieti, nel corso dell’ultima settimana, erano state promesse pubblicamente soluzioni al problema. Scaduto il termine dell’ “ultimatum”, invece, nessuna comunicazione è stata inviata. Di conseguenza, senza possibilità di dialogo, Teate Scherma non ha potuto fare altro che attrezzarsi diversamente per garantire ai propri atleti, impegnati nei campionati nazionali, di proseguire i propri allenamenti.

Ci teniamo a ringraziare” prosegue il comunicato “la cittadinanza che ci ha dimostrato grande vicinanza e tutti i privati che si sono attivati per tentare di dare una soluzione al nostro problema, nonché tutti coloro che hanno cercato risposte insieme a noi. Chi entrerà, da domani, nei locali che ci è stato chiesto in tutta fretta di lasciare? Chi resta, se vorrà, chiederà risposte a chi di dovere.
Noi, dal canto nostro, speriamo che questo possa rivelarsi solo un arrivederci e non un addio definitivo alla città di Chieti e che finalmente venga fatta chiarezza su situazioni ben poco lineari“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione | Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies | Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clikka qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi