domenica, Maggio 5

Cosa succede se bevi acqua frizzante al mattino? “Da non credere”

La scelta tra l’acqua naturale e l’acqua frizzante continua ad essere fonte di grandi discussioni e di forti dubbi. In molti preferiscono l’acqua frizzante in quanto la trovano decisamente più dissetante, mentre altri pensano possa interferire con la propria dieta. Ma è la verità? Andiamo a scoprire quali sono tutti i vantaggi e gli svantaggi del consumo dell’acqua frizzante.

L’acqua frizzante è un’acqua minerale ricca di anidride carbonica che, a seconda del contenuto, viene definita leggermente frizzante o frizzante. L’acqua frizzante è detta naturalmente frizzante o effervescente naturale se anidride carbonica è presente dalla sua nascita e quindi le acque sgorgano dalla sorgente così come sono.

L’acqua gassata è chiamata invece acqua frizzante artificiale, visto che l’anidride carbonica viene aggiunta soltanto in un secondo momento attraverso il processo di carbonazione. In molti ritengono che sia cosa necessaria eliminare il consumo dell’acqua frizzante dalla propria alimentazione al fine di poter mantenere la propria linea e non eccedere con le calorie.

Ebbene, sappiamo che questo è decisamente sbagliato in quanto l’effetto dell’acqua gassata e dell’anidride carbonica è relativo solo ad un gonfiore addominale momentaneo. Affermiamo con certezza che l’acqua frizzante non fa ingrassare ma anzi è priva di zuccheri, coloranti e conservanti. Molte persone la preferiscono perché la trovano più piacevole grazie alla presenza delle bollicine e le stesse persone la considerano anche più dissetante rispetto a quella naturale. Ma non è proprio così.

La sensazione di maggiore freschezza è solo temporanea e stimolata dalle bollicine che vanno ad incidere sui recettori del gusto fino quasi ad anestetizzarli. La capacità dell’idratazione dell’acqua gassata però è assolutamente identica a quella dell’acqua naturale.

I pro dell’acqua frizzante

  • facilita la digestione perché l’anidride carbonica stimola la produzione dei succhi gastrici facilitando lo svuotamento gastrico;
  • garantisce sazietà: con una riduzione della fame, specie se bevuta prima dei pasti;
  • contiene più sali minerali tra cui anche inorganici, quindi per alcuni non facilmente assimilabili.

I contro

  • non indicata per chi soffre di patologie come l’ulcera, la gastrite e il reflusso gastroesofageo;
  • può rovinare lo smalto dei denti;
  • può provocare gonfiore addominale e dilatazione gastrica peggiorando le condizioni di chi soffre di reflusso gastroesofageo.