mercoledì, Maggio 15

Quali sono le migliori piante da balcone per questo periodo?

Aprile sta per terminare, arriva maggio e con sé porta tanti fantastici fiori da poter piantare sui nostri balconi. Oggi vedremo assieme le migliori piante da balcone di questo periodo. Partiamo con le azalee che fioriscono con stupendi colori, rosa, rosso, bianco e magenta, con fitte foglie verde scuro.

Quali sono le migliori piante da balcone per questo periodo?

Ne possiamo trovare di tantissime varietà, che possono fiorire tra marzo a ottobre. Sono piante parecchio resistenti e sempreverdi. Questi fiori possono essere piantati in giardino, visto che sopportano bene il caldo ma anche il freddo. Possono però essere messi anche in vaso sul proprio balcone.

A maggio, si deve preparare un terreno adeguato, con un Ph da 5 a 5.5 e non ci devono essere ristagni d’acqua. Le azalee posseggono radici molto superficiali, quindi non bisogna rinvasarle esageratamente in profondità. Continuiamo con i garofani che sono fiori colorati e variegati. I colori più sparsi sono il rosa, il bianco ed il rosso, ma si possono trovare garofani di parecchi altri colori.

Sono piante forti e facili da conservare, a patto che li si pianti in una posizione che assicuri ininterrottamente luce solare. Hanno la necessità di una manutenzione minima, e grazie alla loro varietà si possono sfruttare in mille maniere, nella decorazione della terrazza o anche nella creazione di eleganti centro tavola.

Nel caso in cui avete poco spazio, vi sono anche tante varietà in miniatura, alte a stento 15-20 cm. Prossima pianta che troviamo è il Gelsomino, anche tale pianta possiede una grande parte vegetale sempreverde ed i suoi fiori vengono fuori in primavera per poi prolungarsi anche fino a settembre. Poi, se possedete uno spazio da preparare parecchio grande tale pianta è perfetta in quanto ha molte proprietà infestanti, in natura poi, né si trovano oltre 200 specie diverse.

Infine, troviamo i gerani. Bisogna fare attenzione a farli fiorire bene e abbondantemente, altrimenti è semplice trovarsi con delle piantine senza fiori e brutte da guardare. Essi vanno rinvasati in primavera e non si devono scegliere vasi troppo grandi e si deve scegliere un terreno essere soffice e leggero, che non generi ristagni d’acqua.