mercoledì, Maggio 8

Quanto varrà l’oro il prossimo mese? Le previsioni sconvolgenti

Il valore dell’oro “indirizza” le politiche economiche di diversi stati, anche se da circa un secolo questo metallo, rimane fondamentale per la maggior parte delle economie riconosciute come sufficientemente evolute. Questo perchè questo elemento chimico, di natura estremamente antica nella sua “scoperta” (è stato probabilmente il primo metallo riconosciuto come tale, scoperto durante la Preistoria) gode di numerose proprietà che ancora oggi lo rendono importantissimo sia nell’ambito pratico che prettamente economico. Il valore dell’oro è anche soggetto a diverse forme di dinamiche che possono aumentare o diminuire il valore.

Quanto varrà l’oro il prossimo mese? Le previsioni sconvolgenti

L’oro è infatti assolutamente integrato nelle economie e nelle  varie borse valori di tutto il globo, come risorsa effettiva da investimento ma anche come merce di scambio. Viene considerato un bene rifugio, ossia una risorsa che a dispetto delle varie dinamiche, tende a non aumentare o diminuire in modo sostanziale il proprio valore, che resta generalmente solido, anche in virtù di una richiesta sempre sensibilmente elevata.

Circa 1/3 dell’oro prodotto dalle nazioni trova affermazione presso contesti pratici ad esempio nell’elettronica o nell’industria, mentre il restante 2/3 continua ad essere utilizzato per le più disparate forme economiche dai lingotti, passando per le monete e gioielli.

Il valore in questo inizio di 2023 è considerabile al rialzo, in quanto un grammo di oro ha più volte superato i 60 euro al grammo, circa il 15 % di più rispetto allo stesso periodo del 2022.

Le ragioni sono disparate, sia legate alle varie problematiche di tipo economico e commerciale che hanno portato numerosi investitori ad utilizzare l’oro come base di investimento, ma anche in virtù di politiche diverse, dettate dall’inflazione, che viene considerata una dinamica che necessita di ristrettezze.

Oggi l’oro vale sensibilmente in meno di 60 euro il grammo (57,50 euro) corrispondenti a circa 1900 euro per oncia troy. Secondo diverse proiezioni il valore potrebbe subire un ulteriore aumento fino ad oltre 2100 euro per oncia troy (oltre 62 euro al grammo) entro giugno 2023.