Mar. Set 29th, 2020

Sport Chieti

news sportive da Chieti e provincia

Serie A: Chieti Calcio Femminile, domani la trasferta di Cuneo

2 min read

Vigilia di campionato per il Chieti Calcio Femminile che, dopo due settimane di sosta, domani torna in campo con la trasferta di Cuneo (fischio d’inizio ore 15). Impegno importante per le neroverdi contro una diretta concorrente alla salvezza, neopromossa in Serie A che si è rafforzata molto durante il mercato estivo. Alla consueta conferenza pre-partita hanno preso la parola l’allenatore Lello Di Camillo e il difensore Melissa Nozzi.

 

“La squadra sta bene, arriviamo in buone condizioni alla partita di sabato – spiega Mister Di Camillo – ce la giocheremo alla pari. Ci siamo allenati tutti i giorni sperando di centrare la vittoria e magari concedere qualche giorno di riposo alle ragazze. Sono fiducioso, hanno lavorato al meglio, bisogna andare a Cuneo con la mentalità vincente altrimenti si esce sconfitti prima di partire. Ci sarà qualche cambiamento rispetto alla partita contro il Como: molto dipenderà da qualche acciacco che abbiamo nella rosa, non sono infortuni gravi però magari si può approfittare per fare qualche cambiamento in base alla situazione fisica delle ragazze. Il Cuneo è un’ottima compagine, ha un bel reparto d’attacco, anche un buon centrocampo: ha fatto un buon mercato come noi, aspira alla salvezza diretta, sarà uno scontro alla pari, chi starà meglio vincerà”  

 

Melissa Nozzi: “A parte qualche piccolo acciacco fisico ho visto la squadra lavorare al meglio in queste due settimane nelle quali si è fermato il campionato. Non è facile allenarsi quando ci sono degli stop, ma siamo rimaste molto tranquille e concentrate. La vittoria contro il Como ci ha dato fiducia: sono stati tre punti fondamentali a livello di classifica, ma soprattutto per il nostro morale. Tra le neopromosse il Cuneo è fra le migliori, sarà poi il campo a parlare, noi daremo il massimo e ci metteremo il nostro solito cuore. Abbiamo recuperato partite anche negli ultimi minuti: dove non arrivavano le gambe arrivava il cuore. Il mio impatto con la Serie A? C’è un abisso rispetto alla Serie B: ci vuole molta più concentrazione, aumentano gli allenamenti, le trasferte sono più impegnative, per me è una grandissima esperienza”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione | Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies | Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clikka qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi