Sport Chieti

In serie C big match tra Antoniana ed Orsogna, parola ai coach

In questo week-end torna in campo il campionato di serie C femminile, dopo la sosta per la finale di Coppa Abruzzo, con la prima giornata di ritorno che nel menu prevede il big match tra  l’Antoniana Volley Pescara seconda in classifica e la capolista Virtus Orsogna. Le due squadre sono divise da soli tre punti e quindi vedremo di certo una sfida vibrante anche se non determinante ai fini della promozione. La Virtus Orsogna è la corazzata del torneo, super favorita per l’accesso alla B2, reduce da due sconfitte consecutive, mentre l’Antoniana Volley ancora una volta sta stupendo tutti, dopo la finale promozione dello scorso anno persa, con una squadra rinnovata e ricca di giovani cresciute nel settore giovanile, guidata in panchina da Rocco Bruni. Una partita dal sapore particolare visto che nell’Orsogna di Luigi Amorosi militano ben tre ex giallo nere, Elena Dodi, Michela e Martina Di Ruscio, che senza dubbio vorranno far bene al cospetto della società che le ha lanciate. All’andata finì 3-0 per l’Orsogna ma in un girone la crescita dell’Antoniana è stata esponenziale e l’esito del match non sarà di certo scontato.

In esclusiva per Sport Chieti le dichiarazioni pre-partita dei due allenatori:

Luigi Amorosi (coach Virtus Orsogna): “Dopo questa prima parte di stagione posso dire che il bilancio è molto positivo. Non solo per il primato in classifica ma perché ad Orsogna si sta creando interesse nei confronti della squadra di pallavolo e questo era l’obiettivo primario della società ad inizio stagione. Il primato della prima squadra non può far altro che fare bene e per noi è motivo per continuare a lavorare al meglio. Domani sarà una gara molto difficile, come la classifica stessa dice. L’Antoniana è una squadra molto forte, con atlete che sono tra le migliori under 18 in circolazione, come ad esempio la palleggiatrice Piermatteo, la centrale Nonnati e la schiacciatrice Cipriani. Noi abbiamo sfruttato la sosta per tornare ad allenarci con regolarità ed a ranghi completi, cosa che non ci è riuscita dopo la gara di Termoli. Sono arrivate due sconfitte nelle ultime due gare che hanno dimostrato ancora una volta di come sia complicato questo campionato e che squadre come Nereto e Arabona, possano ancora dire la loro, oltre a noi, l’Antoniana, il San Gabriele Vasto, Pescara 3 e Dannunziana. Domani sarà una partita importante ma non decisiva, anche se portare a casa i tre punti sarebbe una iniezione di fiducia molto importante per noi.  “

Rocco Bruni (coach Antoniana Pescara): “Credo che le ragazze hanno tanta voglia di giocare questa partita per confermare tutto il percorso di crescita che in questa stagione hanno avuto. Siamo consapevoli che giochiamo contro la prima in classifica e con una squadra costruita per vincere il campionato. Conosco bene l’ottima dirigenza dell’Orsogna e le ragazze che ci sono, molte sono di serie superiore, quasi tutte le ho allenate e con molte di loro abbiamo condiviso bellissimi successi ed emozioni. Sarà una bella partita ma è la prima di ritorno e non è decisiva per entrambe. Noi abbiamo un gruppo molto giovane con tante ragazze nate nel 1999, 2000 e 2002 ed alle prime esperienza in C. Siamo partiti tra tante difficoltà con l’obiettivo di crescere e migliorare. Come risultato pensavamo di mantenere la categoria poi grazie al loro grandissimo entusiasmo e alla grande disponibilità al lavoro che hanno messo ci hanno contagiato e ora siamo in tutt’altra posizione in classifica. Non so dove potremo arrivare ma vogliamo goderci questo viaggio e sono sicuro che tutte le ragazze alla fine della stagione saranno migliorate e cresciute tecnicamente, fisicamente e sopratutto mentalmente”.

L’appuntamento, per la sfida tra Antoniana ed Orsogna, è per domani, domenica 7 febbraio, alle ore 18 al Palasport C. Quaranta di via Elettra a Pescara.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.