Sab. Apr 4th, 2020

Sport Chieti

news sportive da Chieti e provincia

C5: Cus Chieti-Teramo 4-1|Neroverdi inarrestabili

2 min read

Il Cus Chieti non si ferma più: nove vittorie consecutive e primato in classifica consolidato. Nulla ha potuto al Pala Santa Filomena l’ASD Città di Teramo che si è dovuto inchinare allo strapotere neroverde: i teramani hanno impensierito pochissimo la difesa teatina, brava a controllare ogni loro giocata.

CRONACA

Fischio d’inizio e Cus subito in gol: schema perfetto con Cornacchia che serve un assist al bacio a Galliani Matteo, diagonale ad incrociare e palla dove Calabrese non può arrivare.

Teramo prova a reagire e D’Onofrio scalda i guanti sul gran tiro di Schiavi.
Doppia occasione per Di Muzio Luca, ma in entrambi i casi Calabrese si fa trovare pronto: a fine gara il portiere sarà il migliore dei suoi.

Il Cus insiste e trova il raddoppio: Merlino per Di Muzio Fabiano che infila il pallone sul palo opposto con una girata millimetrica.
Teramo coglie il palo con Di Luigi pronto a girare verso la porta, ma sfortunato nell’occasione.
Ancora lui ci prova, mette a sedere un difensore neroverde con una gran finta, ma D’Onofrio è bravo a chiudergli lo specchio della porta.
Sul finale di tempo ottimo uno-due Di Muzio Luca- Galliani Daniele, tiro di poco a lato. Si va dunque al riposo sul 2-0 per il Cus Chieti.

La ripresa sia apre con la doppia occasione per i teatini, prima con Capitan Cornacchia e poi con Di Muzio Luca.
Poi sono i fratelli Galliani a seminare il panico nella difesa biancorossa, ma senza successo.
Sale in cattedra Di Muzio Fabiano che per due volte sfiora il gol.

 

Il tris arriva grazie a  Cornacchia che, da posizione defilata, lascia partire un diagonale sul quale nulla può Calabrese.

A questo punto entra in campo a difendere la porta neroverde D’Amicodatri.Il poker è servito da Di Muzio Fabiano che con un’altra micidiale girata fa secco Calabrese.

Il portiere teramano è ancora protagonista sul tiro di Di Muzio Luca.
Ci prova anche D’Onofrio Camillo che sfiora il palo con una conclusione che avrebbe meritato miglior fortuna.
Fa il suo ingresso fra gli applausi Abate, in un insolito ruolo di difensore.
Con Calabrese fuori dai pali è D’Amicodatri a provare la soluzione spettacolare dalla sua porta, la palla si spegne a lato di poco.
Proprio allo scadere, su errore della difesa teatina, è Di Luigi a trovarsi la palla fra i piedi a due passi dalla porta: facile il compito di accompagnarla in rete.
Finisce dunque 4-1 per il Cus Chieti che continua la sua corsa ed è atteso ora ad un doppio difficile impegno che sarà decisivo per le sorti del campionato: sabato trasferta ad Avezzano contro la terza in classifica ed il 14 dicembre big match al Pala Santa Filomena contro il Raiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione | Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies | Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clikka qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi