Chieti – Giulianova: l’analisi post partita

Onorare la maglia: era stato chiesto questo ai giocatori neroverdi dai tifosi dopo la brutta prestazione di Isernia. La settimana che ha portato al derby contro il Giulianova è stata durissima: allenamenti all’alba per cercare la massima concentrazione e ritrovare il carattere che Mister Ronci voleva.

Lo scossone dato dal patron Pomponi ha dunque dato la risposta che tutti si attendevano: contro i giallorossi è arrivata una prova  tutta cuore. Era importante ritrovare la vittoria dopo due sconfitte consecutive, ma soprattutto fornire una prestazione all’altezza, quella che era mancata nella sciagurata trasferta molisana della scorsa settimana.

Mister Ronci ha rivoluzionato l’assetto tattico dei neroverdi dando fiducia dal primo minuto a Bocchino (autore del primo gol ed di una grande partita fino a che è rimasto in campo), Gomis (folletto imprendibile sulla fascia), Diop (un lottatore in mezzo al campo), e poi Gallo anche lui perfetto fino all’inspiegabile espulsione di cui è stato vittima al 36′ del primo tempo. Varone è entrato nel finale di gara segnando il secondo gol al termine dell’azione più bella del match nei minuti di recupero.

Tutta la squadra ha dunque convinto giocando su ogni pallone fino al termine con la grinta giusta.

Ora è il momento di dare seguito a questo importante risultato: il 2-0 di oggi all’Angelini deve rappresentare un punto di ripartenza ed anche un buon viatico per il proseguimento del campionato per un gruppo che apparso ritrovato …. quel gruppo che fino a qualche settimana fa era stata l’arma in più della “banda Ronci” e che ora può tornare finalmente ad esserlo.