Ven. Set 11th, 2020

Sport Chieti

news sportive da Chieti e provincia

Virtus Lanciano – Bologna 1-2: una doppietta di Cacia decide il match

5 min read

Lanciano. La Virtus Lanciano viene sconfitta di misura in rimonta, 1-2, dal Bologna con le reti siglate tutte nella ripresa, decide una doppietta di Cacia, si chiude coì con una sconfitta l’anno dei frentani. Ai punti ci poteva stare almeno il pareggio tenendo presenti le occasioni create ed il fatto che i frentani hanno anche fallito un penalty all’inizio dell’incontro. Gara bella, ben giocata e combattuta da entrambe le squadre con i rossoneri che si confermano poco cinici non riuscendo ancora una volta a chiudere l’incontro dopo essere passati in vantaggio. C’è comunque la soddisfazione di aver dato del filo da torcere ad una squadra blasonata e da un passato importante come il Bologna e la sconfitta non rimuove comunque l’ottima annata solare dei frentani.
Tra i rossoblù gli ex Buchel (assente), Casarini e Improta, quest’ultimo beccato del suo ex pubblico nel momento della sostituzione. D’Aversa ha dovuto rinunciare agli infortunati Amenta e Paghera e allo squalificato Bacinovic, ed ha dovuto quindi rimodellare il centrocampo con l’utilizzo di Agazzi come centrale e di Grossi e Di Cecco sulle corsie esterne. Nel Bologna invece assenti gli indisponibili Morleo, Buchel, Paramatti e Perez.
Al 2’ la Virtus usufruisce di un calcio di rigore: Piccolo appoggia sulla sinistra per Gatto che viene atterrato in area da Coppola, il direttore di gara assegna la massima punizione ai frentani ed ammonisce l’estremo rossoblù. Il penalty è battuto da Piccolo che però manda a lato alla sinistra di Coppola. Al 20’ Cacia riceve da Masina, piazza la sfera sotto l’incrocio, buon intervento di Nicolas che blocca. Al 22’ sugli sviluppi di un angolo Casarini impegna severamente Nicolas che si distende e ribatte in corner. Poco dopo Piccolo riceve dalla sinistra e con una conclusione a giro fa la barba al palo. Al 29’ Monachello riceve un appoggio in verticale, la sua conclusione è debole e centrale, senza grossi problemi blocca Coppola. Al 32’ Zuculini riceve un traversone dalla sinistra e di testa manda di un soffio sul fondo.
Inizio di ripresa condizionato dalla pioggia che appesantisce il terreno di gioco. Al 6’ la Virtus passa in vantaggio: Grossi appoggia per Monachello che con un diagonale batte Coppola. Al 10’ angolo battuto da Mammarella sulla sinistra, Piccolo dal limite manda sul fondo. al 13’ Grossi in area appoggia per Gatto che da pochi passi si fa ribattere dall’estremo ospite. Al 19’ il pareggio del Bologna: serie di rimpalli in area, Cacia si fa trovare pronto per ribadire in rete. Al 27’ il felsinei ribaltano il risultato: corner battuto sulla sinistra, Cacia di testa da posizione defilata insacca e mette a segno la sua doppietta personale. Al 35’ il subentrato Thiam suggerisce per Gatto la cui conclusione non è delle migliori, para l’estremo rossoblù. Pronta la replica degli emiliani che arriva poco dopo con un diagonale di Cacia che si spegna sul fondo.

I commenti dei due tecnici
Roberto D’Aversa (allenatore Virtus Lanciano): “Penso che la partita di oggi sia la più brutta da digerire, a prescindere dal fatto che avevamo di fronte una squadra forte come il Bologna, ma stiamo ancora a commentare una partita nella quale sicuramente meritavamo un qualcosa in più. Avrei preferito almeno pareggiarla piuttosto che perderla. Con il rigore sarebbe cambiata la partita, però siamo andati comunque in vantaggio, abbiamo avuto l’opportunità di raddoppiare, poi è chiaro che quando si hanno queste occasioni e non vengono sfruttate, contro una squadra che può contare su un’ottima rosa, si rischia di perdere. C’è del rammarico perché volevamo chiudere in bellezza questo anno straordinario, ma sotto l’aspetto della prestazione ai ragazzi non posso rimproverare niente neanche oggi. Però è chiaro che oggi, come in altre circostanze, abbiamo lasciato dei punti per strada, c’è rammarico solo per questo. Il calcio è legato agli episodi che oggi ci hanno condannato. Andando ad analizzare la partita, non mi fa rabbia il rigore sbagliato da Piccolo e nemmeno il gol ‘mangiato’ da Gatto, ma alcune circostanze nelle quali ci sono delle posizioni da mantenere. Non meritavamo oggi di perdere la partita, dove c’è l’errore tecnico non mi interessa, anzi è motivo di lavoro durante la settimana, laddove invece mentalmente concediamo qualcosa non ce lo possiamo permettere né per il campionato che dobbiamo fare né per l’avversario che avevamo di fronte oggi. Agazzi? Sono contento per lui, per la sua buona prestazione, perché se lo merita. Penso che se il Lanciano ha 30 punti in classifica sia merito dei ragazzi, anche di chi gioca di meno, ma oggi la prestazione è stata di alto livello da parte di tutti”.
Diego Lopez (allenaotre Bologna): “È un campo difficile, nessuno aveva ancora vinto qui, il Lanciano in casa ha sempre fatto bene. Abbiamo subìto un rigore che ci stava, poi siamo andati sotto, abbiamo recuperato lo svantaggio, anche nel primo tempo abbiamo creato delle palle gol. È vero che nel secondo tempo potevamo subire il secondo gol, è stato bravo il nostro portiere, ma il calcio è così. Il Lanciano ci ha aspettati bassi, noi siamo stati bravi a non farli ripartire perché nelle ripartenze sono molto veloci. Sono contento per Cacia, anche nella partita scorsa gli avevo detto di stare tranquillo, anche se nelle scorse partite non ha fatto gol ha disputato delle buone gare, quindi fisicamente sta bene, oggi ha fatto questi due gol e sono contento per lui. Secondo me questa squadra è matura, nelle altre partite non avevamo la concentrazione giusta negli ultimi minuti ed era una cosa che dovevamo migliorare. Sono molto contento per i ragazzi e la classifica parla chiaro. Nel mercato di gennaio questa squadra va migliorata ma non si devono fare rivoluzioni. La partita di oggi era iniziata con un rigore contro, quindi per noi ha avuto un avvio molto difficile, poi abbiamo continuato a giocare e penso che dopo aver subìto il gol non ci siamo spaventati, cosa che prima capitava, quindi penso che la squadra sia andata via via crescendo. La squadra oggi mi è piaciuta molto ed è venuta qui a giocare compatta rimontando un gol e dimostrando la forza del gruppo”.

Tabellino
Virtus Lanciano (4-3-3): Nicolas, Aquilanti, Mammarela, Troest, Monachello (16’ st Thiam), Piccolo, Ferrario, Grossi, Di Cecco (29’ st Vastola), Gatto, Agazzi A disposizione: Aridità, Branescu, Turchi, De Vita, Conti, Nunzella, Pinato Allenatore: D’Aversa
Bologna (4-3-1-2): Coppola, Oikonomou, Matuzalem, Garics, Cacia (46’ st Bentancourt), Zuculini, Casarini (17’ st Bessa), Maietta, Laribi, Masina, Improta (24’ st Acquafresca) A disposizione: Stojanovic, Paez, Giannone, Abero, Troianiello, Ceccarelli Allenatore: Lopez
Arbitro: Ghersini (sezione di Genova)
Assistenti: Peretti (sezione di Verona) e Mondin (sezione di Treviso)
IV Uomo: Di Paolo (sezione di Avezzano)
Marcatori: 6’ st Monachello, 19’ st e 27’ st Cacia
Ammoniti: Coppola, Oikonomou e Garics
Espulsi: nessuno
Note: angoli 4-4 recupero 0’ pt 4’ st spettatori 3.776

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione | Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies | Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clikka qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi