Mer. Set 30th, 2020

Sport Chieti

news sportive da Chieti e provincia

Torna alla vittoria la Proger Chieti: Udine Ko al Palatricalle

3 min read

Dopo la terza sconfitta consecutiva in quel di Mantova (79-70) le Furie accolgono al PalaTricalle Sandro Leombroni l’Apu Gsa Udine. Matricola terribile, la compagine friulana possiede la più che discreta dote di 20 punti, essendo quindi di fatto collocata in piena corsa playoff.
Il team udinese è guidato da coach Lardo, confermato dopo la trionfale cavalcata che ha condotto i friulani alla vittoria al raggiungimento del traguardo della serie A2 est. I bianconeri realizzano di media 73,2 punti di media, tirando con il 46% da 2, il 36% da 3 ed il 77% a cronometro fermo, raccogliendo 36,1 rimbalzi e dispensando 12,9 assist ad incontro. Il miglior realizzatore dell’Apu è Allan Ray, con 19,4 punti ad incontro. I giocatori che posseggono un minutaggio più elevato sono Andrea Traini (prodotto delle giovanili Scavolini Pesaro e già incontrato nella passata stagione con la canotta di Recanati) in cabina di regia, la guardia ex Virtus Bologna e con un passato in NBA ai Boston Celtics Allan Ray, l’ala piccola Stanley Onyekachukwu Okoye, ex Matera e Trapani (10,9 ppg con la canotta dei siciliani), l’ala grande Riccardo Castelli, confermato dopo la passata stagione (8,2 ppg) ed il centro Gino Cuccarolo, uomo più alto d’Italia, che è appena passato a Torino in una trade che ha portato sulle rive del Cormor il centro italiano di origini senegalesi Abdel Fall, giocatore che farà il suo debutto proprio contro le Furie. Con ogni probabilità, la compagine friulana recupererà per la sfida del palaLeombroni l’ala grande Manuel Vanuzzo (che con Sassari ha anche vinto uno
scudetto), il play ex Treviso Mauro Pinton ed il già citato Castelli. Chi non sarà sicuramente della contesa è
Riccardo Truccolo, giocatore che si è sottoposto ad un intervento di ricostruzione legamentosa del ginocchio destro.Completano il roster udinese il play classe ’95 Vittorio Nobile, gli aggregati dalle giovanili Raphael Chiti e Tommaso Gatto, oltre che il centro Joel Zachetti, anch’egli confermato dopo la promozione in A2 (6,32 ppg).

Il team udinese può contare su una buona aggressività difensiva e sul talento di molti elementi del roster: la lunga parabola di tiro di Traini, l’imprevedibilità offensiva di Ray, glia del suo talento scon nato e la classe di Okoye sono solo alcuni dei punti forti del team friulano, a cui sembra doveroso aggiungere la sicità sotto le plance (che con i 202 cm di Fall perderà qualcosa in verticalità che d’altro canto verra guadagnata senz’altro in dinamismo) e l’esperienza di giocatori che da anni affrontano campionati di primo livello. La Proger targata Bartocci, al suo esordio casalingo, per imporsi davanti al pubblico amico dovrà cercare di imporre sin da subito un ritmo veloce alla gara, cercando di capitalizzare al meglio i punti dalle transizioni veloci, sfoderando quell’aggressività difensiva tipica dei teatini nelle passate stagioni ma che nelle ultime partite sembra aver abbando- nato le nostre Furie.

Cronaca
Inizia subito forte in difesa la prima Proger casalinga targata Bartocci con Mortellaro Fallucca Allegretti Turel e Golden; primo quarto condizionato da un metro arbitrale molto fiscale per entrambe le squadre che non ha permesso alle squadre di ottenere un predominio fisico sul match, per l’appunto, finale del primo quarto 23 a 17 Proger.
Secondo quarto che si apre con l’ottima performance uscendo dalla panchina di Venucci autore di un 3/3 da 3 e 1 recupero ma nel complesso di tutto il collettivo di coach Bartocci che vola anche sul più 19 con una ottima coralità e con soluzioni solistiche apprezzabili; finale all’intervallo lungo 42 a 25 per i padroni di casa.
Nel terzo quarto Udine prova a rifarsi sotto con una maggiore precisione al tiro ed infatti ricuce lo svantaggio ma è sempre la Proger in vantaggio finale del quarto +9 Chieti.
Quarto finale che si apre con il decisivo affondo dei ragazzi di Bartocci che con un Venucci super autore alla fine di 26 punti e sfruttando anche i falli che hanno minato la partita di Udine (ben 3 giocatori fuori per 5 falli) fa sua la partita e torna a vincere dopo 3 incontri e rilancia le ambizioni salvezza della squadra teatina.

La Proger sarà in campo, in trasferta, a Imola domenica 19 febbraio e poi di nuovo in casa mercoledì 22 febbraio per il recupero della tredicesima di andata con la Virtus Bologna in diretta SKY alle 21:00

Proger Chieti vs Udine 81-70
(25-17,19-8;17-23,21-23)
Proger Chieti: Golden 23 , Mortellaro 10, Allegretti 13, Fallucca 2, Turel 2, Venucci 26, Zucca, Sergio 5,Ippolito, Clemente All Bartocci

GSA Udine: Castelli 9, Okoye20, Zacchetti 4,Nobile 8, Traini 7, Pinton, Ferrari 6, Vanuzzo, Fall 6, Ray 10 All. Lardo

Candeloro Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione | Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies | Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clikka qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi