Dom. Lug 21st, 2019

Sport Chieti

news sportive da Chieti e provincia

Teate Scherma sbanca il Palafebo! Tre atlete presenti: tre atlete sul podio!

1 min read

Si è svolta ieri pomeriggio, presso il Palafebo di Pescara, la 2° Prova Regionale GPG under 14 di scherma.

L’appuntamento, di fondamentale importanza per la Teate Scherma, già detentrice di due titoli regionali nell’arma della Spada, ha regalato grandi soddisfazioni alla società con sede nel Palatricalle, che si presentava con tre atlete proprio nella specialità della Spada.

Il lavoro di preparazione, in vista della gara, era stato accurato e scrupoloso ed infatti la società teatina non ha deluso le aspettative: non solo confermando i primati regionali già in suo possesso, ma portando sul podio tutte le proprie atlete che partecipavano alla gara.

La nostra esordiente Chiara Cotugno, alla sua prima gara, si è diplomata campionessa regionale nella categoria Giovanissime mentre, nella categoria Allieve, Camilla Ricciuti, anche lei alla prima esperienza, ha conquistato il terzo posto e Micaela Cozza si è aggiudicata il primo, confermandosi, per il secondo anno di seguito, campionessa regionale di categoria.

Obiettivo pienamente raggiunto, quindi, e grande soddisfazione per la Teate Scherma, a conferma dell’ottimo lavoro svolto in sala. Il prossimo impegno, per le ragazze del GPG, sarà a Pesaro a fine Marzo, con la seconda Prova Kinder+Sport. Per la società, invece, sarà a Foggia, l’8 Febbraio, con gli atleti della categoria Master.

L’onda verde non si ferma, quindi, e continua a collezionare successi!

18 thoughts on “Teate Scherma sbanca il Palafebo! Tre atlete presenti: tre atlete sul podio!

  1. Ovviamente l’articolo non riporta il fatto che, senza nulla togliere alle atlete, una di loro era l’unica iscritta alla propria categoria e le altre due erano iscritte in un girone con 3 partecipanti.
    Se questo significa “sbancare il Palafebo”..!

    1. Dal dizionario Treccani:
      sbancare v. tr. [der. di banco, col pref. s- (nel sign. 3)] (io sbanco, tu sbanchi, ecc.). –

      a. S. il banco, in certi giochi d’azzardo, vincere l’intera somma che il banco, o il giocatore che tiene il banco, ha fissato come limite massimo sino al quale si impegna a rispondere; anche con ellissi: ha tanta fortuna al gioco che sbancherebbe Monte Carlo, il banco del casinò di Monte Carlo. Con uso assol., nel linguaggio fam., riportare un successo superiore a ogni previsione e tale da fare sbalordire o da vincere ogni competizione.

      Mi sembra che la definizione del verbo sia pienamente rispettata. Le iscrizioni ad una gara sono aperte a chiunque voglia partecipare e sia affiliato ad una società.

      Penso che quindi nulla si possa recriminare all’articolo, alla società e soprattutto alle ragazze che, lavorando bene, hanno raccolto i frutti di tale lavoro.

      Inoltre, ma evidentemente non è abbastanza chiaro, i valori dello sport non sono certamente legati alla rosicata post-sconfitta, soprattutto per quanto riguarda l’insegnamento che i giovani dovrebbero trarne. I genitori frustrati non dovrebbero neanche entrarci in un palazzetto dello SPORT.

    2. Ci dispiace sentire tanto livore nei nostri confronti, soprattutto perchè immeritato. Non credevamo di provocare con le coppe delle nostre atlete disagio in qualche soggetto che di spirito sportivo ha ben poco. Il fatto che sia anonimo d’altronde la dice lunga. Gli vogliamo solo fare presente che non c’è nulla di strano a vincere per mancanza di concorrenti. Per esempio, lo scorso anno anche un’altra nostra iscritta ha vinto, sempre nella stessa categoria, per mancanza di concorrenti, ma non ci pare che il fatto di averla festeggiata abbia provocato reazioni negative da parte di nessuno, anzi! Comunque, caro Anonimo, se ti vuoi presentare, saremo lieti di soddisfare tutti i tuoi dubbi in merito alla disciplina schermistica, che evidentemente non conosci molto bene…

  2. Ovviamente l’articolo non riporta il fatto che, senza nulla togliere alle atlete, una di loro era l’unica iscritta alla propria categoria e le altre due erano iscritte in un girone con 3 partecipanti.
    Se questo significa “sbancare il Palafebo”..!

    1. Dal dizionario Treccani:
      sbancare v. tr. [der. di banco, col pref. s- (nel sign. 3)] (io sbanco, tu sbanchi, ecc.). –

      a. S. il banco, in certi giochi d’azzardo, vincere l’intera somma che il banco, o il giocatore che tiene il banco, ha fissato come limite massimo sino al quale si impegna a rispondere; anche con ellissi: ha tanta fortuna al gioco che sbancherebbe Monte Carlo, il banco del casinò di Monte Carlo. Con uso assol., nel linguaggio fam., riportare un successo superiore a ogni previsione e tale da fare sbalordire o da vincere ogni competizione.

      Mi sembra che la definizione del verbo sia pienamente rispettata. Le iscrizioni ad una gara sono aperte a chiunque voglia partecipare e sia affiliato ad una società.

      Penso che quindi nulla si possa recriminare all’articolo, alla società e soprattutto alle ragazze che, lavorando bene, hanno raccolto i frutti di tale lavoro.

      Inoltre, ma evidentemente non è abbastanza chiaro, i valori dello sport non sono certamente legati alla rosicata post-sconfitta, soprattutto per quanto riguarda l’insegnamento che i giovani dovrebbero trarne. I genitori frustrati non dovrebbero neanche entrarci in un palazzetto dello SPORT.

    2. Ci dispiace sentire tanto livore nei nostri confronti, soprattutto perchè immeritato. Non credevamo di provocare con le coppe delle nostre atlete disagio in qualche soggetto che di spirito sportivo ha ben poco. Il fatto che sia anonimo d’altronde la dice lunga. Gli vogliamo solo fare presente che non c’è nulla di strano a vincere per mancanza di concorrenti. Per esempio, lo scorso anno anche un’altra nostra iscritta ha vinto, sempre nella stessa categoria, per mancanza di concorrenti, ma non ci pare che il fatto di averla festeggiata abbia provocato reazioni negative da parte di nessuno, anzi! Comunque, caro Anonimo, se ti vuoi presentare, saremo lieti di soddisfare tutti i tuoi dubbi in merito alla disciplina schermistica, che evidentemente non conosci molto bene…

  3. Ovviamente l’articolo non riporta il fatto che, senza nulla togliere alle atlete, una di loro era l’unica iscritta alla propria categoria e le altre due erano iscritte in un girone con 3 partecipanti.
    Se questo significa “sbancare il Palafebo”..!

    1. Dal dizionario Treccani:
      sbancare v. tr. [der. di banco, col pref. s- (nel sign. 3)] (io sbanco, tu sbanchi, ecc.). –

      a. S. il banco, in certi giochi d’azzardo, vincere l’intera somma che il banco, o il giocatore che tiene il banco, ha fissato come limite massimo sino al quale si impegna a rispondere; anche con ellissi: ha tanta fortuna al gioco che sbancherebbe Monte Carlo, il banco del casinò di Monte Carlo. Con uso assol., nel linguaggio fam., riportare un successo superiore a ogni previsione e tale da fare sbalordire o da vincere ogni competizione.

      Mi sembra che la definizione del verbo sia pienamente rispettata. Le iscrizioni ad una gara sono aperte a chiunque voglia partecipare e sia affiliato ad una società.

      Penso che quindi nulla si possa recriminare all’articolo, alla società e soprattutto alle ragazze che, lavorando bene, hanno raccolto i frutti di tale lavoro.

      Inoltre, ma evidentemente non è abbastanza chiaro, i valori dello sport non sono certamente legati alla rosicata post-sconfitta, soprattutto per quanto riguarda l’insegnamento che i giovani dovrebbero trarne. I genitori frustrati non dovrebbero neanche entrarci in un palazzetto dello SPORT.

    2. Ci dispiace sentire tanto livore nei nostri confronti, soprattutto perchè immeritato. Non credevamo di provocare con le coppe delle nostre atlete disagio in qualche soggetto che di spirito sportivo ha ben poco. Il fatto che sia anonimo d’altronde la dice lunga. Gli vogliamo solo fare presente che non c’è nulla di strano a vincere per mancanza di concorrenti. Per esempio, lo scorso anno anche un’altra nostra iscritta ha vinto, sempre nella stessa categoria, per mancanza di concorrenti, ma non ci pare che il fatto di averla festeggiata abbia provocato reazioni negative da parte di nessuno, anzi! Comunque, caro Anonimo, se ti vuoi presentare, saremo lieti di soddisfare tutti i tuoi dubbi in merito alla disciplina schermistica, che evidentemente non conosci molto bene…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione | Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies | Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clikka qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi