Sab. Nov 21st, 2020

Sport Chieti

news sportive da Chieti e provincia

Sconfitta immeritata per il Chieti a Fermo

3 min read

Il Chieti rimedia una sconfitta immeritata a Fermo: la squadra di Donato Ronci esce sconfitta per 2-1 pur giocando una buona gara. I neroverdi vanno sotto di un gol nel primo tempo, trovano il pareggio con Dos Santos, sfiorano più volte il vantaggio, ma sono poco cinici in fase conclusiva nel loro momento migliore e vengono puniti da una punizione di Degano.

Le grandi parate di Diouf evitano nel finale un passivo ancora più forte per i teatini troppo sbilanciati in avanti alla ricerca del pareggio, tra l’altro sfiorato con una Punizione di Dos Santos finita a fil di palo. Peccato veramente perché sicuramente il Chieti avrebbe meritato di uscire alla fine con almeno un punto.

La cronaca si apre al 4′: Misin serve bene Omiccioli che trova in profondità Cremona, bravissimo Diouf nell’occasione ad evitare la marcatura.

Al 14′ scontro di gioco fra Dos Santos ed Omiccioli: ha la peggio il giocatore canarino che rientra in campo con una vistosa fasciatura dopo alcuni minuti di interruzione.

Al 22′ punizione dalla fascia di Degano, respinge con i pugni Diouf, ma Passalacqua non trova la deviazione vincente.

Due minuti più tardi Traini prova l’azione personale, è atterrato al limite dell’area, l’arbitro concede il vantaggio, arriva sul pallone Cremona che però tira alto.

Al 32′ il Chieti prova a spezzare il predominio della squadra di casa con Suriano, ma il suo colpo di testa finisce a lato.

La Fermana insiste ed al 38′ Degano crossa, sponda di Cremona per Omiccioli che batte Diouf con preciso sinistro.

Nel primo minuto di recupero ancora Omiccioli serve Cremona il cui tiro viene provvidenzialmente deviato sul palo da Diouf in giornata di grazia.

Si va al riposo sull’1-0 per i marchigiani.

Il Chieti torna sul terreno di gioco più determinato, al secondo minuto la punizione di Varone però finisce di molto a lato.

Ancora Varone al 23′  prova a beffare Olczack con un astuto tocco, ma l’estremo canarino riesce a rifugiarsi in angolo.

Due  minuti dopo Suriano lascia partire una parabola che si stampa sull’incrocio dei pali fra le recriminazioni dei neroverdi.

Il Chieti è vivo e trova finalmente il gol del pareggio con Dos Santos al 29′ con una girata dal limite.

Varone si rende pericoloso sfiorando il clamoroso raddoppio.

Poco dopo, in due minuti, Degano prima sfiora la marcatura e poi la trova con una punizione che viene deviata dalla difesa neroverde: è il gol che deciderà il match.

Al 35′ Degano ci prova ancora ma è bravissimo Diouf ad allungarsi e deviare.

Al 41′ Suriano prende in pieno la traversa con un tiro da fuori.

Poco dopo Dos Santos mette paura ai marchigiani con una punizione che lambisce il palo.

Intanto la Fermana rimaneva in dieci per l’espulsione di terrenzo per doppia ammonizione.

Nei minuti di recupero col Chieti troppo sbilanciato in avanti, i canarini hanno ben due occasioni per fare tris, prima con Tascini, poi con Degano bloccato di nuovo provvidenzialmente da Diouf, il migliore del Chieti nell’arco dei novanta minuti.

I neroverdi sono attesi domenica prossima al derby casalingo conl’Avezzano.

TABELLINO DELLA GARA:

FERMANA – CHIETI 2-1

FERMANA (3-5-2): Olczak, Terrenzio, Passalacqua, Ferrini (31’st Valdes), Comotto, Misin, Traini (15’st Cesselon), Omiccioli, Cremona (15’st Tascini), Degano, Iotti. A disposizione: Salvatori, Belleggia, Ficola, Gregonelli, Sene, Vitali. All. Osvaldo Jaconi.
CHIETI (4-3-3): Diouf, Del Grosso, Nairo (Lima Cresto), De Quieiroz Macedo (8’st Esposito), Sbardella, Scintu, De Clemente (8’st Riccucci), Varone, Dos Santos, Suriano, Zanetti. A disposizione: Fatone, Vitale, Gallo, Navarro, Diop, Di Rosa. All. Donato Ronci.
ARBITRO: Sig. Davide Meocci della sezione di Siena.
ASSISTENTI: Alessio Scacchi di Arezzo e Simone Prencipe di Milano.
RETI: 38′ pt Omiccioli, 29′ st Dos Santos, 33’st Degano.
NOTE: ammonito Passalacqua (12’st) per azione fallosa; espulso Terrenzio al 43′ per doppia ammonizione (17′ pt azione fallosa, 43’st fallo di mano); corner 5-5; recupero 3’+ 4′.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione | Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies | Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clikka qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi