Mer. Ott 23rd, 2019

Sport Chieti

news sportive da Chieti e provincia

Nell’ultima di campionato finisce in parità il derby tra il Chieti ed il River

4 min read

Termina 2 a 2 la stracittadina tra River 65’ e Chieti F.C. Gli ultimi novanta minuti del campionato di Eccellenza hanno condannato il River 65’ alla coda degli spareggi per non retrocedere, ed affronterà il sei maggio al “Celdit” il Miglianico che ha battuto lo Spoltore.

Proprio la squadra allenata dall’ex allenatore dei neroverdi, Donato Ronci, se la vedrà con il Chieti F.C. nella semifinale play off, in programma martedi primo Maggio all’Angelini alle ore 16.

Temperatura calda al “Cittadella dello Sport” di Sambuceto che ha condizionato gran parte dell’incontro i ventidue in campo.

Mister Umberto Marino ha tenuto a riposo qualche titolare come De Fabritiis e Catalliche sta recuperando dallo stiramento, ed ha lasciato in panchina Salvatore e Simonetti. Massa in porta, torna dal primo minuto Di Sabatino a far coppia al centro della difesa con Fruci nel 4-3-3 iniziale composto dal trio d’attacco Calderaro-Marinelli-Lalli.

La nota negativa della giornata è l’infortunio al ginocchio occorso a Vito Marinelli che ha dovuto abbandonare al 37’ del primo tempo il terreno di gioco dopo un contrasto con un giocatore rosanero. Nei prossimi giorni si saprà l’entità dei tempi di recupero, ma l’impressione è che la stagione travagliata dell’attaccante ex San Salvo sia giunta al capolinea.

Il River 65’ di Francesco Marchetti si giocava la salvezza diretta in attesa di sapere i risultati dagli altri campi che non hanno sorriso. L’unica assenza di rilievo nelle fila dei rosanero è quella dell’eterno teatino doc Davide Antignani per squalifica.

Primi 45’ minuti molto blandi, complice il gran caldo. La sblocca subito il River 65’: dopo appena quattro giri di lancette, il classe 95’ Criscolo è bravo ad entrare in area di rigore beffando Massa con un preciso diagonale.

Il Chieti F.C. fatica a carburare nonostante il gran possesso di palla, ma le occasioni latitano. Ci prova Marinelli di testa e poi Sassarini ma la mira è imprecisa. Il River 65’ gioca solo ed esclusivamente di rimessa sfruttando le ripartenze del duo BassiCriscolo, che di tanto in tanto, arrivano dalle parti dell’area di rigore neroverde senza creare problemi a Massa. Gli ultimi tentativi dei ragazzi di Marino, prima del riposo, sono i colpi di testa di Margarita e Ricci che non vanno a buon fine.

Ripresa più frizzante con più occasioni da ambo le parti.

Negli spogliatoi rimane Felli sostituito da Selvallegra.

Pronti via è Criscolo, servito da Bassi, a divorarsi il raddoppio solo davanti a Massa. Su capovolgimento di fronte Lalli non perdona e sigla il gol del pareggio con un delizioso pallonetto solo davanti a Napoli.

Già al 53’ Calderaro ha sul sinistro la palla del possibile raddoppio, ma il tiro a giro si stampa sulla traversa con l’estremo difensore di casa battuto.

Scampato il pericolo il River 65’ si riorganizza e punge pericolosamente, sempre sull’asse Bassi Criscolo che triangolano alla perfezione con il numero sette che si ritrova a tu per tu con Massache gli chiude lo specchio della porta.

Il Chieti F.C. non ci sta e risponde con un buon numero di Margarita: dal fondo serve Lalli in area di rigore che vede l’arrivo di Calderaro, ma l’arbitro vede l’esterno neroverde in fuorigioco e ferma tutto.

Al 70’ il neo entrato Ciarfella al posto di Bassi, serve l’assist vincente a Criscolo che questa volta non sbaglia e sigla il nuovo vantaggio dei rosanero. Per il veloce attaccante è l’ottava marcatura stagionale.

Nel frattempo continua la girandola dei cambi: Marino getta nella mischia Giannini, Bordoni e Simonetti per Fruci, Comparellie Calderaro.

Nel River 65’ dentro Federico, Di Renzo e Diouf per Dema, Barbarossa e Feragalli.

I neroverdi non mollano e Lalli all’80’ fa le prove generali del gol spedendo di testa a lato il corner battuto da Selvallegra.

Tre minuti più tardi il Capitano è ancora protagonista raccogliendo in tuffo di testa il cross con il contagiri di Bordoni per siglare il 2 a 2 definitivo e la rete numero diciannove.

Finale di gara teso in casa River 65’: ne fa le spese il Presidente Mauro Bassi che viene allontanato dalla panchina dall’arbitro Iannella dell’Aquila dopo aver protestato per un gol annullato a Criscolo pescato in fuorigioco.

All’ultimo minuto di recupero degli otto concessi dal sig. Iannella, Selvallegra si vede respingere il tiro da buona posizione da Napoli.

Per i neroverdi ora è tempo di recuperare le energie fisiche e mentali per farsi trovare pronti tra sei giorni all’Angelini di fronte al pubblico amico, invocato a gran voce anche oggi nel dopogara da mister Marino.

IL TABELLINO

RIVER 65’ – CHIETI F.C. 2 – 2 ( 1 – 0)

RIVER 65’: Napoli , Di Carlo , Feragalli(90’ st Diouf), Marcelli , Di Pasquale ,Dema(84’ st Federico), Criscolo, Barbarossa(92’ st Di Renzo), Bassi(67’ st Ciarfella), Scariti, De Marco

A disposizione: Brattelli, De Nardis, Morretti

Allenatore: Francesco Marchetti

CHIETI F.C.: Massa , Ricci , Leone , Comparelli (71’st Bordoni), Di Sabatino, Fruci(73’ st Giannini), Felli(45’ st Selvallegra), Sassarini, Lalli, Calderaro(75’st Simonetti),Marinelli(37’pt Margarita).

A disposizione: Salvatore, Ferrante

Allenatore: Umberto Marino

Arbitro: Iannella dell’Aquila

Reti: 4’pt Criscolo(R), 47’st Lalli(C), 70’ st Criscolo(R), 83’st Lalli(C)

Ammoniti: Criscolo, Barbarossa

Note: al 49’ allontanato dalla panchina Mauro Bassi, Presidente del River 65’.

Recupero: 4’pt e 8’st

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione | Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies | Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clikka qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi