Sab. Set 12th, 2020

Sport Chieti

news sportive da Chieti e provincia

La Virtus chiude al Biondi con una sconfitta: 0-2 con lo Spezia

5 min read

Lanciano. Con due gol in chiusura delle due frazioni lo Spezia espugna il Biondi imponendosi 0-2 sulla Virtus Lanciano. Nella prima frazione, dopo una buona partenza frentana, prevalenza dei liguri che si sono portati in vantaggio allo scadere del tempo. Nella ripresa calano i ritmi con i rossoneri che abbozzano una reazione senza incidere ed in chiusura lo Spezia riesce addirittura a raddoppiare. Nonostante la sconfitta festa grande sugli spalti per la salvezza ottenuta che garantisce alla squadra di D’Aversa la militanza per il quarto anno consecutivo nel campionato cadetto. Nella Virtus assenti gli indisponibili Amenta, Turchi e Mammarella. Invece tra i liguri out lo squalificato Nenè e l’infortunato Kovic, ono invece rientrati Brezovec e Bakic, quest’ultimo partito dalla panchina per subentrare nella ripresa. Al Biondi si rivede l’ex De Col.
Al 3’ Piccolo approfitta di un appoggio troppo corto di testa di Bianchetti, però la sua conclusione è troppo centrale, blocca Chichizola. Replicano gli ospiti al 7’ con un pallonetto di Situm che supera Nicolas, ma Conti salva sulla linea di porta. All’11’ Piccolo ci prova dalla distanza e manda sul fondo. 1’ dopo sulla destra Conti salta Situme mette in mezzo per Thiam che di prima intenzione spara alto. Al 15’ Monachello riceve dalla destra e dalla distanza manda di poco a lato. Al 18’ bella conclusione da fuori di Catellani, Nicolas smanaccia in angolo. Al 25’ percussione in area di Kvrzic, la sua conclusione è bloccata a terra dal numero 12 rossonero. Al 28’ punizione battuta centralmente da Brezovec, grande risposta di Nicolas che ribatte. Al 34’ Vastola riceve un traversone dalla sinistra di Nunzella e di prima mette a dura prova Chichizola che ribatte in angolo. Al 45’ è però lo Spezia a passare in vantaggio con Situm che riceve un cross dalla destra e di testa insacca all’angoletto alla destra di Nicolas.
Nella ripresa al 1’ su un rasoterra di Brezovec dalla distanza Nicolas si distende e devia in angolo. Al 17’ pericoloso traversone del neo entrato Gatto, si rifugia in angolo la difesa ligure. Al 20’ cross di Gatto dalla sinistra, dopo una serie di rimpalli in area Piccolo si fa ribattere la conclusione da Chichizola. Al 30’ sugli sviluppi di una punizione battuta da Nunzella sulla destra, Conti si fa parare la conclusione dall’estremo ospite. Al 39’ una conclusione di Situm da ottima posizione viene respinta in angolo dalla difesa frentana. Al 43’ una punizione rasoterra di Brezovec è ribattuta da Nicolas. È il preludio al raddoppio dello Spezia che arriva al 46’: su un disimpegno sbagliato dei rossoneri il subentrato Giannetti si ritrova tutto solo davanti a Nicolas ed insacca.

 

I commenti dei due tecnici
Roberto D’Aversa (allenatore Virtus Lanciano): “Il fatto di aver raggiunto la salvezza ci rende amara questa sconfitta, ma perdere non fa mai piacere. Va fatto un applauso al pubblico che nonostante la sconfitta ha incitato la squadra per tutta la partita, d’altronde devo dire che i ragazzi della curva durante tutto il campionato si sono ben comportati. Peccato per i gol presi alla fine dei due tempi perché secondo me nel primo tempo abbiamo avuto le occasioni per far gol, ma questa è la fotocopia di tutto il campionato perché ci siamo sempre espressi con un buon gioco, creando sempre diverse occasioni da gol, però abbiamo fatto fatica a sfruttarle favorendo la squadra avversaria. Quest’anno non abbiamo avuto attaccanti in doppia cifra, ma non mi va di sacrificare solo gli attaccanti, ad esempio oggi Vastola è stato quello che ha avuto più occasioni, solo che tante volte va dato il merito anche al portiere avversario. Oggi a livello motivazionale non era facile perché i nostri avversari avevano un obiettivo da raggiungere, poi rientrare in campo nella ripresa dopo aver preso gol alla fine del primo tempo dove avevamo creato diverse occasioni, ci può tare che mentalmente ci sia qualche problema. Nel secondo tempo a livello mentale e fisico un po’ siamo calati anche se abbiamo avuto le nostre occasioni. Il campionato? Sono rimasto sorpreso dal Frosinone, non perché non meritasse di salire in serie A ma perché credevo in un ritorno del Bologna. Invece per quanto riguarda i play off, la griglia rispecchia l’andamento del campionato e le aspettative che c’erano. Per chi ha delle rose importanti prima o poi i valori vengono fuori, poi penso che in un campionato lungo come quello di serie B è importante poter confidare in una rosa ampia”.
Nenad Bjelica (allenatore Spezia): “Stiamo facendo tanti punti fuori casa, ma anche in casa penso che stiamo facendo tanti gol, come con il Brescia, il Carpi e la Pro Vercelli. Nel girone di ritorno abbiamo fatto bene sia in casa che fuori. Vogliamo vincere l’ultima partita del campionato, non vogliamo fermarci qui, vogliamo continuare a fare bene, questa squadra ha dimostrato un gran cuore, un gran carattere, dobbiamo essere orgogliosi, però vogliamo dare di più e lo faremo già nella prossima partita. La squadra di giorno in giorno è cresciuta ed ha dimostrato la sua forza, ci teniamo a vincere l’ultima partita perché con il Bari abbiamo un contro aperto. Questa è la cosa che mi interessa, non dobbiamo pensare agli altri campi. I play off possono essere molto lunghi e dobbiamo avere i calciatori pronti e giocare fino alla fine. Situm? È un giocatore molto tecnico, è importante per noi e sta facendo molto bene, oggi è stato determinante, speriamo che lo possa essere anche nelle ultime partite di questa stagione”.

 

Tabellino
Virtus Lanciano (4-3-3): Nicolas, Troest, Monachello (12’ st Gatto), Thiam, Piccolo (34’ st De Silvestro), Vastola, Conti, Ferrario, Nunzella, Bacinovic (12’ st Pinato), Agazzi A disposizione: Aridità, Aquilanti, Paghera, Grossi, Di Cecco, Cerri Allenatore: D’Aversa
Spezia (4-3-3): Chichizola, De Col (35’ st Milos), Bianchetti, De Las Cuevas (19’ st Bakic), Catellani (29’ st Giannetti), Migliore, Situm, Candija, Brezovec, Piccolo, Kvrzic A disposizione: Nocchi, Acampora, Cisotti, Stevanovic, Gagliardini, Valentini Allenatore: Bjelanovic
Arbitro: Fabbri (sezione di Ravenna)
Assistenti: Di Iorio (sezione di Verbania) e Borzomì (sezione di Torino)
IV Uomo: Mancini (sezione di Fermo)
Marcatori: 45’ pt Situm, 46’ st Giannetti
Ammoniti: Nunzella e Conti (VL)
Espulsi: nessuno
Note: angoli 4-6 per lo Spezia, recupero 1’ pt 4’ st, spettatori 2.492

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione | Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies | Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clikka qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi