Dom. Set 13th, 2020

Sport Chieti

news sportive da Chieti e provincia

Delusione Chieti: all’Angelini vince la Recanatese

3 min read

Il Chieti puntava a conquistare il quarto posto ed il sogno sarebbe diventato realtà se fosse arrivata una vittoria a fine gara contro la Recanatese, vista la concomitante sconfitta del Campobasso.

I marchigiani invece conquistano tre punti preziosi in chiave salvezza all’Angelini contro i neroverdi, autori di una prova al di sotto delle aspettative della vigilia. Grande la delusione a fine partita nell’ambiente: dopo cinque risultati utili consecutivi, una doccia fredda così proprio non ci voleva, ma ovviamente nulla è compromesso nella corsa verso i playoff, traguardo che appare ancora tranquillamente alla portata della “Banda Ronci”.

La Recanatese non ha rubato proprio nulla giocando un calcio “vecchio stile” tutto difesa e ripartenze che ha chiuso gli spazi ai neroverdi incapaci di produrre il loro solito gioco brillante.

Partita non certo spettacolare: primo tempo abbastanza noioso, nella ripresa il Chieti subisce subito la rete decisiva e si mostra incapace di reagire, cercando il pareggio, ma senza produrre reali grandi occasioni se non nel finale.

Neroverdi in campo col solito 4-3-3: assente Di Pietro per squalifica, fuori anche Vano e Giammarino per infortunio, torna in difesa Rapino e solito tridente d’attacco Esposito-Broso-Orlando.

Prima azione pericolosa al 21′ quando Orlando ruba palla a Bruciapaglia e viene anticipato dal portiere Verdicchio in tempestiva uscita.

Alla mezzora Esposito pesca in profondità Giron che opera un tiro – cross che si spegne a lato.

Un minuto dopo grande occasione per Maschio che ci prova dal limite impegnando severamente Verdicchio: l’estremo difensore marchigiano si distende bene e devia in angolo.

La Recanatese si fa vedere al 39′ con una gran botta da fuori di Galli, Placidi alza sulla traversa.

Il primo tempo è tutto qui.

La ripresa si apre con una bella apertura di Del Grosso per Broso che serve di testa Esposito, il fantasista tira da posizione defilata ma Verdicchio è attentissimo e si fa trovare pronto alla deviazione.

Al 6′ arriva inaspettato il vantaggio marchigiano: cross al centro di Bruciapaglia, la difesa del Chieti rimane immobile e la palla finisce a Galli che di testa indirizza la palla in rete freddando Placidi.

Al quarto d’ora la Recanatese cerca il raddoppio con Marolda ma Placidi si accartoccia bene sul suo tiro da fuori e blocca la sfera.

Ronci toglie un incolore Rapino per far posto a Lagzir: forse un po’ tardivo l’ingresso del giocatore che vivacizzerà il gioco dei neroverdi fino al termine della gara segnalandosi con buone giocate.

Proprio il neo entrato al 25′ ci prova su punizione, ma Verdicchio è sempre puntuale nell’intervento parando a terra.

Due minuti più tardi è Broso a provarci ma il suo tiro è fiacco e si spegne fra le braccia di Verdicchio.

Al 38′ un improvvisa botta da fuori di Garcia chiama Placidi ad una difficile parata in tuffo.

Al 41′ la punizione di Giron è troppo centrale.

Tre minuti dopo Lagzir sempre su punizione, Verdicchio blocca in due tempi.

Allo scadere occasionissima per i neroverdi: spettacolare conclusione in girata di Broso su cross di Del Grosso e autentico miracolo di Verdicchio che riesce a deviare la palla.

Finisce 1-0 per la Recanatese anche se i neroverdi avrebbero meritato almeno il pareggio.

Tabellino della gara:

CHIETI – RECANATESE 0-1

CHIETI: Placidi, Del Grosso, Giron, Rapino (17’st Lagzir), Sbardella, Sgambato, Prinari, Maschio, Broso, Esposito, Orlando (31’st Alberta). Allenatore: Ronci

RECANATESE: Verdicchio, Candidi, Brugiapaglia, Scartozzi (10’st Di Iulio), Comotto, Patrizi, Monachesi (16’st Rapaccini), Traini, Galli(27’st Garcia), Agostinelli M., Marolda. Allenatore: Magrini

ARBITRO ED ASSISTENTI: Michele Somma (Castellammare di Stabia); Alessandro Lombardi (Castellammare di Stabia), Nicola Nevio Spiniello (Avellino)

MARCATORI: 6’st Galli

NOTE: ammonizioni: Patrizi, Monachesi, Garcia, Di Iulio (R), angoli: 13-4 per il Chieti, recupero: 2′ p.t. + 4’s.t.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione | Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies | Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clikka qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi