Ven. Set 11th, 2020

Sport Chieti

news sportive da Chieti e provincia

E’ della Proger Chieti lo scontro salvezza con Forlì

3 min read

Dopo la sconfitta esterna in quel di Ravenna (79-74), i teatini affronteranno una delle tante finali che costelleranno
 il proseguo della stagione biancorossa e salutano il proprio pubblico per questo 2016.

L’avversario di turno della Proger Chieti è l’Unieuro Forlì, neopromossa e vincitrice nella passata stagione della coppa Italia di serie B. Entrambele formazioni vengono da un periodo non di certo roseo, con la compagine romagnola a secco di vittorie da ben sei turni (27 Novembre, 80-68 ai danni di Recanati).

Il team guidato da coach Luigi Garelli, confermato dopo la
scorsa stagione trionfale, è l’unico sotto il trenta percento (28%) dal tiro dall’arco. Per ovviare allo scarso feeling con
il canestro dalla lunga distanza, i forlivesi hanno ben pensato di ingaggiare un cecchino dalla linea dei sei metri e
 settantacinque come Davide Reati(ex Tortona).

Il quintetto tipo della compagine romagnola prevede Michele Ferri in
cabina di regia, con il nativo di Pesaro già avversario delle Furie con la canotta di Ferrara, di cui era capitano (è stato 
infatti biancoblù dal 2011 al 2015). Lo spot di guardia è occupato da Sebastiàn Carlos Vico, confermato a Forlì dopo aver precedentemente vinto (2014/2015) la serie B con la canotta della Mens Sana Basket 1871. Le ali forlivesi sono il temibile duo americano Wayne Fitzgerald 
Blackshear e Jeffrey “Jaye” Crockett: il primo, ex Pistoia (11,8 ppg) e campione NCAA con la canotta dei Louisvil
le Cardinals (2012/2013), mentre il secondo, ex Tortona (2013/2014, 14 ppg), dopo una breve esperienza allo Shinshun (Giappone), ha concluso lo scorso campionato al Massagno (Canton Ticino, Svizzera), terminando la stagione a 21 punti ed undici rimbalzi ad allacciata di scarpe.Sotto le plance invece si cimenta Paolo Rotondo, nativo di Siracusa ed anch’egli per due anni al DerthonaBasket (2013/2015). Il roster è completato, oltre che dalla già citata guardia/ala piccola Reati, dal play/guardia Davide Bonacini, classe ’90 confermato dallo scorso campionato, dalla giovane guardia scuola Reyer Francesco Paolin, dall’ala ex Biella Simone Pierich (9,6 ppg), dall’ala grande/centro Francesco Infante, ex Bakery Piacenza (13 ppg) e dal centro Iba Koite Thiam, promettente giovane ’98 acquisito dalla Pallacanestro Don Bosco Livorno.

I punti di forza dei romagnoli risiedono sicuramente nella classe delle individualità (sebbene ultimamente la stella di Blackshear, per piena ammissione di coach Garelli, sia un po’ meno brillante e penalizzata dai continui infortuni che ne minano la regolarità).

La Proger, seppur falcidiata dagli infortuni (Fallucca e Zucca febbricitanti, Davis acciaccato e capitan Sergio in campo nonostante la rottura del tendine della mano sinistra) dovrà buttare il cuore oltre l’ostacolo per vincere sfruttando anche il fattore campo.

CRONACA

La Proger Chieti sarà in campo il 3 gennaio, inaugurando il 2017, a Bologna per la prima di ritorno con la Fortitudo Bologna mentre per la prossima partita casalinga dei ragazzi di coach Galli si dovrà attendere il 15 gennaio quando verrà al Palatricalle Sandro Leombroni la Bondi Ferrara.

Proger Chieti vs Unieuro Forlì
(21-20,

Proger Chieti: Golden, Mortellaro,Clemente, Piazza, Allegretti, Venucci, Ippolito, Zucca, Sergio, Davis, All. Galli

Unieuro Forlì:Rotondo, Vico, Paolin, Reati, Ferri, Bonacini, Infante, Thiam, Crockett, Pierich All. Garelli

Federico Candeloro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione | Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies | Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clikka qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi