Dom. Nov 17th, 2019

Sport Chieti

news sportive da Chieti e provincia

Virtus Lanciano – Pescara, parola ai due tecnici

3 min read

Lanciano. Al termine del derby del Biondi che ha visto il Pescara vittorioso al Biondi 1-2, i due tecnici, Roberto D’Aversa e Massimo Oddo, hanno analizzato l’incontro.

Roberto D’Aversa (allenatore Virtus Lanciano): “Dico che è un periodo nel quale non ci gira tutto favorevolmente, è chiaro che a prescindere dai difetti che possiamo avere, io sono il primo responsabile, su prestazioni come quella di oggi, se andiamo ad analizzare tutta la partita, non mi va di rimproverare questi ragazzi perché ci hanno provato dal 1’ al 95’. È chiaro che siamo partiti bene i primi 15’, poi alla prima occasione ci spaventiamo per poco o nulla soprattutto a causa della posizione di classifica. Non gira bene sotto tutti i punti di vista, per i risultati, per gli infortuni, ma questo non deve essere un alibi. Ho poco da rimproverare a questi ragazzi, io dico loro che possiamo avere dei limiti, ma sicuramente non sono soddisfatto della posizione di classifica, dell’andamento dei risultati, ma sicuramente questi ragazzi non hanno nulla di cui vergognarsi. Dobbiamo pensare che questa situazione non debba essere una costante di questo campionato e di potercela fare. Siamo partiti bene, abbiamo fatto tutte le cose che abbiamo provato in settimana, ma alla prima occasione in cui sono venuti fuori loro ci siamo spaventati, siamo venuti meno nel provare a fare le nostre cose. È un aspetto psicologico che spesso e volentieri può derivare dalla situazione di classifica, questo non deve assolutamente accadere, questo aspetto va migliorato. Questa squadra ha bisogno del mio aiuto per avere maggiore consapevolezza dei propri mezzi, dobbiamo reagire. Sono rammaricato e dispiaciuto per la posizione di classifica e per l’andamento dei risultati, ma non c’è nulla di cui vergognarsi perché dal primo giorno che sono qui a Lanciano ho dato tutto me stesso, commettendo sicuramente anche degli errori. Posso essere deluso per la posizione di classifica, ma sicuramente vado in giro a testa alta, così come i ragazzi. Il risultato non rispecchia l’andamento della partita, ma va il merito al Pescara per aver saputo centrare il successo e a noi per non aver saputo cogliere le palle gol”.
Massimo Oddo (allenatore Pescara): “È stata una vittoria decisamente sofferta, secondo me siamo entrati in campo bene, con il giusto approccio, con la giusta mentalità, abbiamo fatto un buon primo tempo, bene i primi 10’ del secondo poi, come capita spesso in situazioni di certezze abbiamo avuto un calo di concentrazione, abbiamo preso il gol e ci siamo abbassati un po’. Loro hanno dei buoni crossatori, una buona fisicità davanti ed hanno fatto delle azioni offensive che ci hanno costretto ad abbassarci un po’. Non sono contento del secondo tempo, mi è piaciuto il primo, nel secondo mi è piaciuto come ci siamo difesi. Campagnaro? È un giocatore che nei momenti di difficoltà le prende tutte lui perché la sua esperienza e la sua segacia tattica fa si che si trovi sempre al punto giusto nel momento giusto, si sente e per noi è importante. Ho visto un ottimo Lanciano, è una squadra viva, ci ha messi anche in difficoltà, secondo me ha fatto una buona partita, forse è stato penalizzato dal nostro buon primo tempo e dal nostro secondo gol, ma la partita è stata anche abbastanza equilibrata. Ma come è successo in un altro paio di circostanze non si può vincere sempre essendo belli, ma si deve essere consapevoli del fatto che ci si sa difendere bene. Questo è un campionato strano, lo si è visto oggi con il fatto che noi siamo in zona play off ed il Lanciano penultimo ed è stata una partita equilibrata. Nessuno deve mollare perché con due risultati di fila si rimette in gioco tutto nel bene o nel male. Noi dobbiamo essere concentrati e nelle ultime due partite del girone di andata dobbiamo cercare di prendere il massimo. Un consiglio a D’Aversa? Non sono in diritto di dare consigli perché lui ha più esperienze e più intelligenza di me, lui sa cosa fare. Questi momenti ce en sono nel calcio e si superano solo lavorando. Oggi sicuramente ho visto una squadra molto viva, nel momento in cui c’è una squadra viva e che lotta c’è solo da lavorare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione | Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies | Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies clikka qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi