venerdì, Aprile 5

Metti questa spezia sulle orchidee: ecco cosa accade, incredibile

Da sempre il contesto del giardinaggio incuriosisce milioni di persone, definizione che costituisce in linea generica qualsiasi forma di impegno inerente al contesto vegetale per finalità estetiche e non necessariamente pratiche. Le orchidee costituiscono una forma di  fiore impossibile da confondere con la maggior parte delle altre fioriture. Le orchidee costituiscono una variante molto diversificata, disposta in numerose sotto specie, non difficili da coltivare ma relativamente più complesse da sviluppare e proteggere dalle varie malattie. Ma utilizzando una particolare spezia, piuttosto comune, è possibile ottenere un effetto benefico per la crescita e lo sviluppo delle orchidee.

Metti questa spezia sulle orchidee: ecco cosa accade, incredibile

In natura infatti sono molte le specie che sono solite “aiutarsi” a vicenda, e le orchidee che non sono “native” del contesto europeo (provengono prevalentemente da ambienti tropicali pur essendo piante adattive)

Si tratta della cannella, che nello specifico è particolarmente utile per essere un efficiente agente anti batterico e fungicida, micro organismi che sono soliti colpire le radici ed i fiori delle orchideee.

La  cannella infatti, pur non essendo qualcosa di “miracoloso” in tutto e per tutto, ha queste proprietà che sono conosciute da secoli, apprezzte anche tra gli esseri umani. Costituisce qualcosa di estremamente particolare in quanto non viene “estratta” dal fiore o dalla struttura dell’albero, bensì dalla corteccia.

Una applicazione di cannella direttamente sul terreno dove sono presenti le orchidee contribuisce a tenere lontani i funghi ed i batteri nocivi, ma anche una soluzione composta da acqua e cannella attraverso la vaporizzazione.

Le orchidee tendono anche a soffrire parecchio l’eccesso di umidità attraverso l’innaffiatura, ma anche la stessa vaporizzazione deve essere effettuata abbastanza di rado visto che l’acqua stagnante tende a far marcire i fiori, le foglie e le radici, altresì è bene ricordarsi di porre le orchidee in condizioni soleggiate per la maggior parte del tempo, anche se non sotto al sole diretto.