sabato, Aprile 13

Rimedi naturali per i pidocchi: ecco quali sono

I pidocchi non sono altro che dei piccolissimi insetti, di color giallo o marrone che vivono sui nostri capelli nutrendosi del sangue. Attraverso le loro punture, infatti, ecco che essi rilasciano una sostanza che può procurare parecchio prurito all’uomo, e succhiano di volta in volta una quantità enorme di sangue se pensiamo alle loro striminzite dimensioni.

La vita media della femmina del pidocchio sul cuoio capelluto è di un periodo di circa 3 settimane, durante le quali riesce a deporre 300 uova, chiamate comunemente lendini che vengono depositate soprattutto all’altezza della nuca, sopra e dietro le orecchie ma anche all’altezza della riga centrale e si schiudono poi dopo circa una settimana. Esse aderiscono fortemente al capello a causa di una particolare sostanza che risulta appiccicosa.

Le pediculosi o le infestazioni da pidocchi dei capelli sono davvero molto  frequenti sia nei paesi ricchi sia in quelli in via di sviluppo e non affatto dipendono né dall’igiene personale né tanto meno dallo stato di pulizia dei luoghi in cui ci troviamo per cui ogni disinfestazione ambientale risulta essere totalmente inutile. Le specie di pidocchi che solitamente infestano l’uomo sono tre:

  • Pediculus humanus corporis chiamato anche pidocchio del corpo o degli abiti;
  • Pediculus humanus capitis o pidocchio del cuoio capelluto);
  • Phthirus pubis pidocchio del pube, conosciuto anche come “piattola”.

Come si possono rimuovere con rimedi naturali?

Intanto una prima cosa da fare è acquistare un pettinino a maglie fini e passarlo sulla testa infestata ogni giorno perché questo servirà a vedere se ci sono lendini e ad agire di conseguenza in maniera tempestiva. Può essere utile anche immergere il pettine nell’aceto e passarlo tra i capelli in quanto tale operazione non soltanto riesce a rimuovere le lendini ma scongiura anche l’arrivo di nuovi pidocchi.

Con l’aceto si possono anche preparare delle lozione insieme a del vino bianco, in parti uguali per poi versarla sulla testa dopo aver lavato i capelli e quando sono ancora umidi. E’ bene distribuire in maniera omogena sulla chioma per poi avvolgerla in un sacchetto di plastica per circa 10 minuti; dopo si risciacquate per bene con l’acqua e il gioco è fatto.

Si possono anche prendere una porzione di aceto e due di maionese mischiandole in una ciotola e preparando così una mistura eccellente per risolvere questo problema: basta soltanto cospargete il composto sui capelli e sul cuoio capelluto e lasciare agire per circa 2 ore. Poi sciacquare con dell’acqua tiepida e districare accuratamente i capelli con il pettine apposito per i pidocchi.

Anche l’eucalipto sembra essere ottimo contro i pidocchi e si applica lasciando intanto bollire dell’acqua per poi aggiungervi delle foglie. Si lascia il tutto in infusione per un quarto d’ora e poi si versa su tutta la lunghezza della chioma e sul cuoio capelluto. Ma non è finita qui perché è utilissimo anche l’aglio che svolge proprio un’azione eccellente contro la pediculosi e possiede inoltre un potere antibiotico.