martedì, Aprile 9

Come pulire il radicchio: ecco il trucco dell’esperto

Il radicchio è un ortaggio molto pregiato del periodo invernale ed è caratterizzato da un sapore inconfondibile e non esageratamente amarognolo o pungente con delle coste croccanti, che lo rendono vero protagonista di numerose ricette e perfetto per accompagnare tutti i piatti di pesce e di carne.

Il radicchio selvatico era già noto ai tempi dei greci e dei romani e veniva per lo più consumato crudo, come insalata per degli scopi terapeutici tra cui vi era quello di curare l’insonnia, e la sua radice serviva perfino per fare un surrogato del caffè, usato soprattutto a scopo terapeutico. Per diversi secoli il radicchio è stato considerato un’erba amara che cresceva in maniera spontanea nei campi ed era destinata ai villani, utilizzata anche come mangime per gli animali.

Ma come si pulire davvero il radicchio? Ecco il trucco

 

La pulizia del radicchio è in realtà un’operazione davvero molto facile e non troppo diversa da quella utilizzata per le insalate o per altri tipi di verdure e servirà solo un coltello, un tagliere e dell’acqua fredda corrente. Se le foglie esterne del cespo sono un po’ appassite si devono eliminare insieme a tutta la base perché altrimenti può risultare molto amara mentre la radice non va mai totalmente rimossa ma va ridotta e pulita.

Dopo di che si poggia il radicchio sul tagliere e si tagliano i cespi a metà allargando leggermente le foglie, lavando per bene le due parti facendo penetrare l’acqua fredda ed eliminare così eventuali parassiti o tracce terrose.
Poi si lasciano scolare prima di usarle o si separano le foglie tagliandole a listarelle in senso di lunghezza o larghezza.

Se si preferisce invece smorzare il sapore amaro del radicchio, si devono riunire le listarelle in una ciotola e si devono mettere in ammollo per circa 2-3 ore prima di consumarle lasciando scolare l’acqua in eccesso e procedendo alla cottura.

Quali sono le sue proprietà benefiche?

Il radicchio è una pianta sana che fornisce importanti principi nutritivi in quanto contiene tanta acqua, fibre, proteine e sali minerali come il potassio, lo zinco, il magnesio, il rame, il calcio e il manganese. Contiene anche delle ottime vitamine come la A, quelle del gruppo B, la C, la E, la K e perfino la J e contiene anche aminoacidi come l arginina, la treonina, l’isoleucina, l’istidina, la lisina e la valina.