venerdì, Aprile 5

Qual è il miele più buono? Ecco la risposta dell’esperto

Tutti sanno che il miele è un rimedio contro tutti i malanni dell’inverno e che in aggiunta è anche molto buono. Tuttavia esistono molteplici tipi di miele tutti preziosi da rendere davvero difficile la scelta. Basta pensare che in Italia se ne contano all’incirca una cinquantina di varietà di cui alcuni sono più rari e ricercati mentre altri sono prodotti solo dal nettare di un’unica varietà di fiore e altri ancora sono maggiormente diffusi e noti.

In base al fiore interessato dalla raccolta delle api cambieranno delle caratteristiche: oltre al gusto, cambiano anche la consistenza e le proprietà del miele che andremo a consumare perché si va da quelli più adatti a dolcificare tè e tisane a quelli più indicati per riuscire a lenire il mal di gola e calmare la tosse o altri ancora da abbinare perfettamente ai formaggi.

Ma qual è il miglior miele della salute?

Generalmente si consiglia un miele che abbia origine biologica e artigianale e che non venga riscaldato durante la lavorazione, in modo da non indebolire tutti gli effetti delle sue proprietà. Sotto questo aspetto i tipi di miele migliori per la salute sono: 

  • il miele di acacia;
  • il miele di melata;
  • il miele di timo;
  • il miele di eucalipto.

Il miele di acacia

Il miele di acacia è una varietà che tende a cristallizzare in maniera lenta, conservando più a lungo la sua fluidità naturale. Anche per tale ragione si tratta di un perfetto sostituto dello zucchero per dolcificare le tisane e il latte caldo e si spalma facilmente sul pane e sulle fette biscottate per la colazione. Essendo inoltre un miele digeribile, ha delle proprietà lassative ed antinfiammatorie per lo stomaco e per l’intestino.

Il miele di melata

Questo è prodotto da una secrezione zuccherina, la melata, che è rilasciata da alcuni insetti che si nutrono della linfa delle piante. Esso è particolarmente ricco di sali minerali ed oligoelementi e quindi è consigliato come integratore ricostituente oltre che come dolcificante.

Il miele di timo

Questo miele è caratterizzato da un sapore aromatico che resta persistente nella bocca e che lascia un retrogusto balsamico; è indicato come antisettico generale a livello polmonare, intestinale e anche delle vie urinarie. È uno stimolante contro la stanchezza e il deperimento, un calmante della tosse ma anche un vermifugo oltre che un grande aiuto per la digestione.

Il miele di eucalipto

Esso ha un colore ambrato scuro e un gusto intenso non troppo dolce. Si utilizza spesso per dolcificare le tisane speziate ma, soprattutto, come rimedio naturale per combattere le infezioni del tratto respiratorio. E’ adatto per raffreddore, tosse e mal di gola.