lunedì, Maggio 6

Come coltivare le fragole? Ecco il trucco dell’esperto

La fragola è, come ben sappiamo, uno dei frutti più apprezzati sia da adulti che da bambini, dalle numerose caratteristiche e dal sapore buonissimo e unico. Un gusto appunto dolce e gustoso, ideale da assaporare da sola o anche da impiegare come elementoper piatti dolci e salati. Oggi vedremo assieme come poter coltivare le fragole in maniera efficace e veloce.

Come coltivare le fragole? Ecco il trucco dell’esperto

Iniziamo col dire che il terreno perfetto per la coltura delle fragole deve essere delicato e ben drenante, con l’obiettivo di evitare i ristagni idrici che potrebbero far ammuffire le radici. Il terreno deve essere predisposto alla coltura e concimato diversi mesi precedenti all’appunto periodo previsto per la semina, o della messa a dimora delle stesse piantine, per fare ciò, è bastante una vangatura lunga e profonda approssimativamente trenta centimetri, e l’aggiunta di fertilizzante organico al terreno.

Al fine che le piante di fragole si sviluppino regolarmente, è indispensabile annaffiarle quasi sempre e in maniera copiosa, a patto che si evitino i ristagni idrici. Difatti, si suggerisce anche di evitare di annaffiare la pianta e le foglie, bagnando solo il terreno. Le piante di fragola sono durevolialle basse temperature: nel caso in cui si riscontrino delle gelate notturne alquanto duraturi, è suggerito rivestire le radici delle piante con paglia o stoffa, in maniera da difenderle dal gelo.

Nelle torride giornate di fine primavera è probabile cominciare con la raccolta delle fragole, che può proseguire per tutta la bella stagione. Le fragole si raccolgono nel momento in cui hanno conseguito il peculiare colore rosso, e vanno levate a mano, per eludere il danneggiamento la pianta.

Non bisogna scordare, difatti, che le piante di fragola posseggono un ciclo vitale che può giungere fino a quattro anni. Poi, una volta iniziata la nostra coltivazione sarà di conseguenza possibile continuare a raccattarei frutti anche negli anni a venire. Infine, poi, per impedire lo sviluppo dei tanto temuti funghi e muffe, che percuotono quasi sempre le piante di fragole, è suggerito eludere il più possibile i ristagni idrici: se si contraddistingue che le fragole stanno penando per tali motivi, sospendere l’annaffiamento fino al momento in cui il terreno non si sarà interamente deterso.